MasterKeen BIM

7 Febbraio 2022

62 posti

MasterKeen BIM

Aggiorna la tua professione al prossimo livello,
impara ad affrontare processi BIM completi
usati nei più grandi studi e nelle migliori aziende
di progettazione
.

12° EDIZIONE

6 Settembre 2021

64 POSTI IN 4 CLASSI

6 mesi

960 ore. Tutti i giorni, tutto il giorno.

€ 7.500 IVA esclusa

Interamente Finanziabile

Diventa un professionista BIM di ultima generazione

Il MasterKeen BIM è un corso poderoso pensato per chiunque voglia fare il salto di qualità nella propria vita professionale diventando la figura operativa più richiesta nel mondo dei grandi studi e delle grandi aziende di progettazione; lo specialista BIM che possiede le competenze tecniche dell’intero  processo, dai compiti del BIM Specialist fino a quelli del BIM Coordinator e del BIM Manager.
Il corso dura sei mesi, full time e con frequenza obbligatoria. Affronta tutte le fasi di produzione di un modello BIM, dalla modellazione alla creazione del Capitolato Informativo, dalle normative UNI alle ISO, dalla definizione degli standard alla realizzazione dei template, dall’organizzazione di un vero CDE fino alla gestione efficace del Team.
Tutto ciò che è necessario conoscere per entrare nel rooster delle nuove generazioni di professionisti che si possano distinguere nel mondo del BIM, proprio come i nostri ex studenti che operano tutt’oggi come professionisti nei più grandi studi e nelle più grandi aziende di progettazione.

7 Febbraio 2021

 

La partenza in presenza è garantita dall’attuale legislazione sull’emergenza sanitaria.
Scopri di più sulla continuità formativa di Volcano High >

MasterKeener nei grandi progetti

Il valore di un corso ha un solo metro di valutazione.
I risultati.

%

Tasso occupazionale

A meno di un mese dalla fine.
Esclusi gli stage, non ne abbiamo bisogno.

%

Implementazione professionale

Entro un anno dalla fine.
Da Specialist a Coordinator, fino a Manager e Consultant.

%

Ingaggio anticipato

Prelazionati dalle aziende prima del termine.
O addirittura prima dell’Experience di tesi.

Nelle migliori realtà

Autodesk, Lombardini 22, One Works, Progetto CMR, Antonio Citterio Patricia Viel associati, Starching, Enel, Italferr, Archea, Lissoni Associati, GPA, General planning, Mpartners, Design International, Milan Ingegneria, Jacobs, Wood,  Ariatta, Esa Engineering, 2D to 6D, GPG Ingegneria, A++ Human Sustainable Architecture, Technion, Strategie Digitali, Panzeri SPA Impianti Tecnologici, PSC Engineering Procurement & Construction QATAR, Valle 3.0, Novigos, GPA, Faces Engineering.
Sono solo alcuni degli studi e delle aziende, molti dei quali nei primi posti del ranking nazionale, dove lavorano nostri studenti come BIM Specialist, BIM Coordinator, BIM Manager e BIM Consultant.
Alcuni sono diventati istruttori e sono entrati a far parte dello Staff Volcano o di altre società di consulenza. Altri operano nell’abito della ricerca e sviluppo per conto di enti e università.
Ognuno ha potuto scegliere la propria strada tra centinaia di possibilità che abbiamo condiviso con loro.

Ancora più completo

Nuova edizione, nuova versione. Un mese di competenze in più.

Per una professionalità sempre un passo avanti

Il MasterKeen è cambiato.
Dopo undici edizioni nelle quali il programma è stato migliorato costantemente, è arrivato il momento di fare un salto più importante. Nella dodicesima edizione, quella in partenza a Settembre 2021, abbiamo aggiunto un mese di programma avanzato – comprendente Project & BIM Management, Team management, Teaching, Legal BIM avanzato -, per rimanere allineati alle necessità del mercato del lavoro, che richiede professionalità con competenze più alte.
Questa edizione sarà quindi la prima che vedrà integrato il mese aggiuntivo, garantendo un livello di competitività ancora maggiore, pur mantenendo il prezzo di quelle precedenti. Per l’ultima volta.

Il MasterKeen BIM è per tutti, si parte da zero

Per chiunque voglia imparare il processo BIM

Che l’allievo sia un architetto, ingegnere, geometra, perito, impiantista o un disegnatore CAD non importa. Il MasterKeen è pensato per tutti coloro che lavorano nel ramo AEC e vogliono specializzarsi nel processo BIM progettuale o costruttivo.

Obiettivo lavoro

Obiettivo: lavoro professionale

Chi decide di affrontare questo MasterKeen generalmente ha lo scopo di implementare il BIM nella propria professionalità, per il proprio studio tecnico o per collaborare con studi di ogni dimensione, compresi quelli di livello internazionale.

La figura più richiesta

Il BIM Specialist è tra le dieci figure – l’unica legata al mondo della progettazione edile – con il più alto tasso di crescita di ricerca negli ultimi quattro anni (fonte Corriere della sera), preceduto solo da figure quali l’ Artificial Intelligence Specialist, il Big Data Developer e il Data Protection Officer.

Il corso

Da zero alla professione

24 settimane, 960 ore

20 settimane di formazione effettiva, che comprendono anche esercitazioni pratiche, contest e sfide, più 4 di tesi per lo sviluppo di un progetto BIM.

Da Lunedì a Venerdì

Tutti i giorni, cinque giorni alla settimana. Come in un vero contesto lavorativo, ci prepariamo ad affrontarlo.

Tutto il giorno

Dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.30, pausa pranzo di un’ora e due pause caffè. E ogni tanto capita che le sfide proseguano anche oltre.

Competenze pratiche 

L’obiettivo del MasterKeen è creare professionisti BIM che sappiano utilizzare in modo concreto i software per creare da cima a fondo un vero progetto BIM, comprendente sia il modello digitale dell’edificio (progettato e gestito anche in team), sia tutta la documentazione tecnica richiesta dalle normative europee, in regime di teamwork collaborativo ed efficiente.
Si affronta tutto il flusso BIM, in modo completo, comprese le fasi di lavoro che generalemente rientrano nei compiti del BIM Coordinator e del BIM Manager, perché un ottimo specialista sa essere loro d’aiuto nell’affrontare compiti che vanno ben al di la della semplice modellazione tridimensionale disciplinare.
Gli specialisti che escono dal MasterKeen entro poco tempo hanno l’occasione di implementare la propria professione alle figure superiori.

Il punto di forza del corso è il modello di training che abbiamo sviluppato, basato su sistemi formativi di livello internazionale (TMPA, ACI, LSP) – dai quali prendiamo il meglio – e su metodi pedagogici proprietari che abbiamo creato appositamente per questo percorso, trasformandolo in un’esperienza formativa unica sul territorio nazionale, perché dipendente in modo diretto da ogni aspetto coinvolto, dal nuovo modello di istruttori fino alla didattica e all’ambiente in cui quest’ultima viene attuata, motivo per cui non è replicabile in altre strutture.
E i risultati di collocazione professionale, sia a livello di numeri, sia a livello di nomi, ci danno ragione.

Specialisti del BIM

Il programma del MasterKeen è impostato sull’acquisizione di skills molto più alte di quelle inquadrate dalla UNI per il BIM Specialist. A noi non bastano, perché lo specialista che esce dal nostro corso deve sapersi inserire in qualunque punto o fase del processo BIM, eseguendo anche compiti propri del BIM Coordinator e del BIM Manager per essere l’oro d’aiuto e, una volta guadagnata la giusta esperienza sul campo, di aver la possibilità di raccoglierne l’eredità.  O per diventare consulenti in studi e aziende che devono attuare il BIM.

Nessuna conoscenza pregressa

Partiamo da zero, Non serve conoscere strumenti informatici particolari, nessun software tridimensionale, nemmeno Revit: ci penseremo noi a insegnare tutto quello che serve. E le differenze con chi usa già i software rientrano già le prime settimane.

Didattica

La didattica del MasterKeen è progettata con un solo obiettivo: il raggiungimento dell’apprendimento, risultato molto superiore alla sola comprensione. Lo scopo è portare gli studenti direttamente alla capacità di lavorare in autonomia in tutto il processo BIM, con la professionalità richiesta da grandi studi e aziende.

Una didattica acuta, intelligente, profonda, dirompente. Keen.

In un ambiente pensato appositamente

Un metodo didattico come quello di Volcano High richiede una nuova generazione di docenti che sappiano condurlo e supportarlo. Da istruttori a facilitatori, fino a trigger. Per fare in modo che lo studente impari a sfruttare le sue migliori potenzialità.

Istruttori di nuova generazione

Un metodo didattico come quello di Volcano High richiede una nuova generazione di docenti che sappiano condurlo e supportarlo. Da istruttori a facilitatori, fino a trigger. Per fare in modo che lo studente impari a sfruttare le sue migliori potenzialità.

Trigger Center

Lo strumento digitale Volcano High per certificare le skill, le competenze pratiche, il valore e  il merito degli studenti. Una piattaforma digitale di trigging, per l’inesco delle migliori potenzialità di crescita professionale.
Un processo che rende completamente obsoleto il sistema dei voti scolastici.

Come nella professione

Il MasterKeen è un percorso molto intenso, nato per arrivare all’allineamento alla professione, a partire dalla frequenza che richiede il massimo impegno agli studenti per ottenere i migliori risultati.
La didattica prevede un’integrazione sempre maggiore di attività pratiche, che sono comprese nelle ore formative: non ci sono compiti a casa o nel weekend, perché è sufficiente il massimo impegno durante la settimana per affrontare le lezioni, superare le sfide e i task assegnati, verificare i risultati insieme a istruttori e compagni. Esattamente come al lavoro.

Il programma

Il flusso BIM completo, dalla modellazione ai processi secondo normativa,
fino al project management e la gestione del team.

Una curva di apprendimento su più livelli

Il MasterKeen BIM è un percorso di crescita professionale con una curva di apprendimento a più livelli, che prevede la progressione non solo del tecnicismo software, ma anche della capacità collaborativa e di problem solving, che permettono di venire a capo delle grandi sfide che il processo prevede.
In poche parole, implementeremo l’autonomia professionale nel BIM, la caratteristica più richiesta da studi e aziende.

Tutto il processo BIM

Dai software ai metodi, fino alle normative

Sei mesi di lezioni full-time, tutti i giorni. 960 ore di erogazione diretta.
Il motivo è uno solo: un programma completo sotto ogni punto di vista, che include esercitazioni in aula e sfide collaborative che permettono di arrivare alla padronanza autonoma del processo.
È composto da moduli che partono a compartimento stagno nelle prime settimane, per poi amalgamarsi progressivamente in processi e metodologie, basate sulle normative BIM vigenti: la UNI 11337 e la ISO 19650.

Tecnologia e strumenti

Si lavora sui computer della scuola, in un CDE, con tecnologie collaborative e di condivisione.
Perché il BIM è un processo innanzitutto digitale.

i

Normative e Best Practice

 Nel MasterKeen si affrontano le normative del BIM: la UNI 11337, la ISO 19650 e le best practice della PAS 1192.

Processi

Si usano i software, secondo le normative, per impostare i reali processi collaborativi BIM, organizzati secondo i principi del Project Management.

Autodesk Revit, basi avanzate

Inizieremo con l’obiettivo di diventare esperti degli strumenti software per imparare a lavorare in autonomia. Il primo e più importante è Autodesk Revit, che permette di gestire le tre principali discipline del progetto. Partiremo da zero, ci avvicineremo al software e porremo solide e profonde basi in alcuni aspetti importanti, quali la parametrizzazione avanzata delle famiglie e la gestione del progetto, che ci permetteranno di salire di livello dal modulo successivo.

Modellazione architettonica

Come primo passo professionale impareremo a creare elementi e modelli architettonici completi di tutti gli elementi che ne fanno parte. Affronteremo il workflow di realizzazione, dal rilievo al modello, fino alle tavole. Sarà la base necessaria ad affrontare le discipline successive (STR, MEP) che su essa di baseranno.

Strutture in CA e acciaio

Affronteremo la modellazione del progetto strutturale con Autodesk Revit, grazie al quale faremo i primi passi nella dinamica interdisciplinare dei modelli BIM, con il collegamento e la nidificazione dei file di modello. Impareremo a creare elementi in cemento armato e carpenteria metallica, con un excursus in Advance Steel per la creazione di nodi in acciaio particolarmente complessi. Arriveremo a creare un modello progettuale e uno analitico che possa essere sottoposto a calcoli statici e dinamici.

Impianti MEP

Infine approcceremo la terza e più interessante disciplina: il MEP, ovvero la realizzazione degli impianti meccanico, idrico ed elettrico. Sarà il momento in cui sposteremo l’ago della bilancia sul modello collaborativo che Autodesk Revit permette di adottare per il coordinamento disciplinare, e inizieremo a lavorare a gruppi, usando le funzioni più avanzate del software per la centralizzazione del lavoro su un modello unico.

Dynamo avanzato e Python

Dopo aver imparato a creare modelli per le tre discipline principali con Autodesk Revit, affronteremo l’uso di Dynamo – partendo dalle basi – per automatizzare i processi di modellazione e documentazione, aggiungendo efficienza al processo produttivo e aumentano il livello collaborativo.
Grazie a questo modulo compiremo il primo e vero giro di boa del MasterKeen, entrando nel mondo dei processi e delle sfide che il BIM richiede. Spingeremo l’acceleratore su  Dynamo imparando come usarlo per usi avanzati di computational design, quali il Model Management & Design Generation, il Design Automation, il Data Analysis & Management e il Code Development. Per affrontare usi così avanzati faremo un excursus anche nel mondo di Python che permette di aggiungere potenzialità allo stesso Dynamo.

BIM Stage 1

Acquisita la competenza di realizzazione di un modello multidisciplinare complesso,  passeremo dal saper fare progetti 3D con Revit ai processi BIM, facendo un primo passo che ci farà entrare in contatto con gli scopi, gli Usi del modello, le fasi, le milestone, i modelli interdisciplinari, le classificazioni. Inizieremo a mettere a regime le competenze acquisite su Revit allineandone l’uso alle strategie organizzative proprie del BIM.

Modelli federati

Appresi scopi e uso dei modelli BIM, inizieremo a realizzare i modelli federati collaborativi – nei quali le diverse discipline si integrano – con Autodesk Revit affrontando e sviluppando le strategie di aggregazione di modelli disciplinari, file centrali e URS in base agli Usi, padroneggiando i sistemi di gestione delle coordinate del software, uno dei più grandi ostacoli per chi approccia il software individualmente. 

Creazione IFC compliance

Dopo aver creato modelli interdisciplinari aggregati per rispondere agli Usi, affronteremo l’esportazione in formato IFC con un modulo completo e approfondito, perché con esso si aprono le porte sia alla collaborazione tra stakeholder che utilizzano diversi software (Revit, Allplan, Tekla Structure, etc), sia al tipo di consegna richiesta dalle norme UNI e ISO. Vedremo come mappare categorie e parametri in Revit, affronteremo i diversi tipi di esportazione e creeremo soluzioni personalizzate che consentano di ottenere un IFC adatto alla validazione e al controllo di livello Coordination.

Validazione con Solibri

Dopo aver imparato a esportare IFC orientati alla validazione efficace, impareremo a utilizzare Solibri per la validazione e il controllo dei modelli BIM, che permette di svolgere e gestire verifiche di BIM Validation e Clash Detection (Model Checking) e di conformità agli standard e alle normative tecnico/legislative di riferimento (Code Checking). Impareremo a impostare le regole di validazione e ad attuarle. Solibri diventerà un elemento importante del curriculum degli studenti perché rappresenta a oggi una delle Skills più richieste negli studi e nelle aziende che affrontano progetti di grandi dimensioni in un vero flusso BIM.

Navisworks per Model use

Navisworks si inserisce nel processo come un software risolutore per molti degli scopi utili al processo, quali la Clash Detection (analisi interferenze multidisciplinari), il rendering (Visual presentation), il Quantity Takeoff (il conteggio delle quantità) e l’Animation (animazione) per simulare le tempistiche di progetto e di cantiere. È un software che permette di lavorare su moltissimi file diversi – sia federati IFC sia in formato Revit – e che si rivela prezioso per la gestione di criticità progettuali sui modelli federati interdisciplinari. Lo affronteremo in un modulo completo, nel quale approfitteremo del software anche per portare un passo più avanti verso l’accelerazione della professionalità.

BIM Stage 2 e 3

Nella terza parte del MasterKeen continueremo ad accellerare le competenze pratiche consolidando la collaborazione e la condivisione multidiciplinare. Entreremo nel mondo del management del processo affrontando le normative UNI 11337 e ISO 16950 dal punto di vista di chi deve attenersi alle stesse per la stesura del progetto, nonchè della sua organizzazione: BIM Coordinator, BIM Manager e CDE Manager (gestiore dell’ACDat). Apprenderemo a rapportarci con i requisiti informativi, con gli standard BIM, con le classificazioni con il concetto e l’evoluzione dei LOD e la loro evoluzione in LOIN, facendo confluire tutto ciò che abbiamo appreso fino a questo momento nel Capitolato Informativo (EIR), nell’Offerta di gestione informativa (BEP Pre-contract) e nel Piano di gestione informativa (BEP post contract)

CDE / ACDat

Una volta definite tutte le scelte gestionali del progetto, organizzeremo il lavoro del team attraverso la creazione e la gestione di un vero CDE / ACDat, un Common Data Environment, composto da diverse tecnologie che permettono di creare un ambiente digitale di raccolta dati e file, finalizzato al processo di verifica e approvazione richiesto dai contratti. Utilizzeremo piattaforme locali e cloud, comprendendo i vantaggi dell’una e dell’altra. 

BIM in depth

Il percorso di apprendimento del processo BIM si conclude con una carrellata di casi applicativi reali, nei quali i problemi più complessi sono stati risolti in modo efficiente e geniale da parte di alcuni dei migliori professionisti a livello nazionale.
Vedremo casi pratici e reali, scremando ogni particolare ininfluente per concentrarsi sul ragionamento laterale e sullo sfruttamento di ogni singola risorsa di Revit per efficientare al massimo livello il lavoro.

Il Keen del MasterKeen

L’efficacia del BIM non è solo il BIM

Keen è un termine inglese che indica la capacità di essere allo stesso tempo approfondito e appassionato, intenso e penetrante, forte e intelligente. In pratica, tutte le caratteristiche del nostro percorso e, contemporaneamente, quelle che aiutiamo agli studenti a sviluppare, perché sono le più apprezzate nel mondo professionale, al di la di tecnicismo e conoscenza della disciplina.

 Nel MasterKeen affrontiamo metodi e strumenti che, grazie al metodo didattico, restituiscono contemporaneamente un doppio vantaggio: potenziare la capacità di apprendimento degli studenti, permettendoci di raggiiungere livelli più profondi nello stesso tempo, e diventare vere e proprie Soft Skills da inserire nel curriculum.

Distribuiamo i moduli Keen lungo l’arco dell’intero corso, perché ognuno possa essere un pianerottolo per affrontare gradualmente e con maggior facilità le successive rampe nella grande scala dell’ascesa al processo BIM.

Tecniche di apprendimento

Nel MasterKeen si impara innanzitutto a imparare meglio, più velocemente, con maggior efficacia e con l’obiettivo dell’apprendimento, cioè del saper fare a propria volta. Per questo tutto inizierà con le tecniche di potenziamento dell’apprendimento, che gli studenti potranno applicare in tutte le fasi del corso per trarre il massimo, soprattutto quando i giochi si faranno seri.

Advanced Note-taking

Per quando gli appunti lineari non saranno più sufficienti, perché gli argomenti chiederanno presto comprensione a più livelli, collegamenti, review e debriefing.
Apprenderemo come utilizzare strumenti avanzati di note taking come gli appunti Cornell, importanti strumenti non solo per la memorizzazione delle lezioni, ma anche per il ragionamento e la review delle stesse.
E dato che non esistevano strumenti adatti, li abbiamo creati noi.

Mappe mentali

Impareremo a utilizzare le mappe mentali, totalmente diverse da quelle lineari o dai diagrammi di flusso, per organizzare il pensiero logico – e quindi il lavoro -, effettuare ragionamenti e brainstorming collaborativi, prendere appunti in tempo reale e ragionare in real-time in modo visivo-spaziale, creando connessioni tra concetti e metodi. 

Problem Solving

Solitamente relegato a semplice soft skills, il Problem Solving è alla base della vera capacità professionale in qualsiasi settore personale o lavorativo. Gli studenti delle edizioni passate si sono distinti sia per la conoscenza della materia, sia e soprattutto per la capacità di affrontare e risolvere situazioni problematiche, perché il BIM non è un processo lineare e semplice. Per questo motivo dedicheremo moduli specifici al PS classico, senza però accontentarci. Affronteremo sessioni avanzate su tecniche di PS strategico e creativo, sintetizzate da Volcano, per renderlo uno strumento adatto a tutti gli stili attitudinali, in modo che ogni studente possa portare al massimo regime le proprie potenzialità.

Comunicazione efficace

Impareremo metodi e strumenti Volcano che permettono di implementare una comunicazione efficace ed efficiente all’interno del team di lavoro, per rendere migliore il processo di condivisione delle informazioni tra compagni di studio che lungo il percorso diventeranno colleghi di lavoro.

Teamwork

Impareremo i principi di Teamwork e Teamgrow per implementare il lavoro di squadra, perché diventi una vera attitudine collaborativa il cui scopo è raggiungere un obiettivo comune o per completare un’attività nel modo più efficace ed efficiente. Dopo aver reso l’apprendimento più efficiente con i moduli precedenti, il Teamwork diverrà l’arma segreta per l’accelerazione dell’apprendimento per ogni singolo studente. Più apprendimento in meno tempo, per tutti. Nelle aziende lo chiamano Apprendimento organizzativo.

Esposizioni e presentazioni

Un ottimo lavoro presentato male non permette di valorizzare la bontà degli sforzi sostenuti. Per questo motivo nel MasterKeen faremo anche lezione su come creare presentazioni che possano permettere agli studenti di esporre coerentemente il tecnicismo dei propri sforzi. Trasformeremo magicamente questa capacità in un vero e proprio strumento polivalente: di apprendimento, di Problem solving, di organizzazione logica e sequenziale delle argomentazioni. È una skills dai mille vantaggi, che sarà usata come base per il modulo di Teaching che affronteremo nel Project Management.

Smart Working

L’era del Covid19 ha portato con se la necessità di saper lavorare da remoto, con una comunicazione efficace, con presentazioni professionali, nelle quali ogni partecipante collabora all’efficienza del lavoro. Nel MasterKeen implementeremo anche questa skills, nella quale convergono tutte le altre, perché i nostri studenti siano pronti a lavorare con la massima produttività per le aziende che attuano lo Smart Working con il massimo del risultato professionale.

Self proposal per candidature

Infine, faremo apposite lezioni anche sulle candidature lavorative, sul rapporto con il potenziale datore di lavoro, sulla preparazione di curriculum, resume, portfolio e impostazione dei social. Essere pronti per la collocazione significa avere i bagagli già pronti, in attesa del decollo, che può avvenire in qualsiasi momento.
Insegnamo agli studenti come essere pronti alla chiamata, ognuno con i propri pregi e le proprie potenzialità.
Onuno con la propria personalità.

IronKeen

Un contest a squadre per portare a galla professionalità e potenzialità.

Contro il tempo, per ottenere i migliori risultato

Le abilità proprie del processo BIM, acquisite nei mesi precedenti, verranno armonizzate con un contest di una settimana in cui gli studenti, che per l’occasione diventano Rookies – esordienti del BIM –  vengono preparati al lavoro di squadra vero e proprio, affrontano una sfida collaborativa suddivisi in team. Verrà messa a regime la padronanza di processi e tecnicismi software, lavorando a pieno regime su mockup digitali per verificare la fattibilità tecnica delle scelte effettuate, operando a pieno ritmo per raggiungere gli obiettivi dei singoli brief che verranno rilasciati di giorno in giorno costruendo ulteriori competenze e producendo l’elemento più importante di qualsiasi progetto BIM, quello da cui tutto ha inizio e guida il processo e per comporre il quale è necessario avere padronanze tecniche, normative, legali e di processo: il Capitolato Informativo.
Al termine della settimana i lavori verranno verificati sottoposti a validazione incrociata, tra Capitolato e modelli realizzati, così come accade nel mondo reale del BIM, rendendo partecipi i team del processo di Review, ed eleggengo la squadra che avrà fatto il miglior lavoro.
Perché creare un Capitolato Informativo pienamente funzionale alla fattibilità dei modelli, che possa essere validato integralmente, è una competenza che hanno i migliori BIM Manager.
O dei professionisti che devono diventare il loro braccio destro.

Project Management per BIM

L’arte di raggiungere gli obiettivi

 

La parte finale del MasterKeen è un vero e proprio Boost, un modulo di potenziamento, che permette di implementare le competenze di gestione e organizzazione sia del progetto, sia del team, con l’efficacia e l’efficienza richiesta dalle procedure BIM, trasformando il metodo di lavoro del gruppo in Lean Design (progettazione snella).

I moduli che lo compongono permettono di lavorare ad alto livello tecnico sulle soft-skill previste dalla norma UNI per il coordinamento e la gestione dei flussi informativi: parleremo di Project Management, Problem solving, presentazioni efficaci, teaching, organizzazione liquida di Team ad alta efficienza e sistemi innovativi che, come Volcano High, abbiamo verticalizzato nel mondo della progettazione BIM, creando nuove metodologie, molto più efficaci delle tecniche tradizionali.

Project Management pratico

Impareremo il Project Management approcciandole dalle basi pratiche: parleremo dalle fasi e dai cicli di vita del progetto, della sua pianificazione, delle tecniche reticolari, del diagramma di Gantt, di WBS e di Critical Path Method.
Affronteremo le criticità del metodo classico, lo rapporteremo alle necessità del BIM e capiremo come un progetto efficiente e snello sia da basarsi sulla necessità di apportare concetti e tecniche di gestione moderne, dinamiche, digitali. Più adatte alle sfide che il team deve affrontare: le sfide liquide.

Mappe di processo

Affronteremo l’uso delle Mappe di processo, un sistema di mappatura indissolubilmente legate sia al Project Management, sia al BIM, settori nei quali vengono utilizzate per la stesura del contratto, per le procedure di verifica e approvazione dei modelli. Si tratta di uno strumento ad alta efficienza per analizzare e condividere i processi, tanto da essere elemento risolutore per rendere esecutivo il Piano di Gestione Informativa, attuando il contratto e allineandolo agli aspetti di Legal BIM che affronteremo al termine del MasterKeen.

Project Management avanzato

Capiremo come controllare l’andamento del progetto con l’Earned Value Analisys, la gestione del trade-off e la definizione delle stime a finire. Affronteremo il Risk management, l’identificazione delle tipologie di rischi e le tecniche di prevenzione. Infine metteremo in evidenza la relazione tra i cicli di vita del progetto e le modalità di gestione di un High Performance Team, la gestione degli stakeholder e l’organizzazione snella ed efficiente del progetto.

Problem solving avanzato per teamgrow

Tratteremo le tecniche di Problem Solving avanzate utili a far crescere (grow) in modo costante le capacità di generare soluzione dell’intero team, essenziali per tutti i componenti di un gruppo di lavoro dedito alla progettazione BIM a causa delle difficoltà da affrontare durante l’intero processo. Capiremo come innescarle nelle persone: un’ottima capacità di Problem Solving infatti permette di ottimizzare i flussi di esecuzione e di superare in tempi contenuti gli ostacoli che si parano sulla strada, di qualsiasi natura siano: tecnici, normativi, procedurali.

Teaching

Tratteremo le tecniche avanzate di Teaching basate sulle metodologie internazionali ACI (Autodesk Certified Instructor) e TPMA (Trainer Performance Monitoring & Assesment).
Le tecniche di insegnamento sono componenti essenziali delle skill richieste al coordinamento e alla gestione dell’intero processo BIM: non solo per istruire al meglio il team, ma per rendere efficiente praticamente qualsiasi tipo di esposizione: comunicazioni delle indicazioni di progetto, lezioni di grow-up del team, presentazioni al cliente, stesura di contratti, scrittura di articoli e, perché no, di pubblicazioni tecniche o di processo.

Gestione liquida del team

Impareremo a utilizzare un metodo di organizzazione dei gruppi di lavoro di ultima generazione: il Liquid Team (team liquido), il massimo dell’innovazione e della scalabilità a livello di organizzazione aziendale, grazie al quale è possibile far raggiungere al gruppo un nuovo livello di efficienza, adatto ad affrontare le sfide imposte dalla progettazione BIM. Il Liquid Team è una struttura organizzativa che richiede enorme efficienza e capacità gestionali, ma che permette risultati inarrivabili dai sistemi tradizionali, pescando il meglio dai più moderni framework di PM: Lean, Agile e Scrum.

Generative Team

Useremo il Generative Team – una tecnica implementata da Volcano High, basata sui concetti e le dinamiche proprie del Generative Design che abbiamo affrontato nei moduli software – per creare un team liquido (o classico) con un processo di auto-generazione spontaneo, con il massimo potenziale e rendendolo una struttura professionale estremamente duttile, cioè robusta, capace di andare oltre i propri limiti elastici dissipando le energie generate dalla deformazione: le sollecitazioni dovute a difficoltà esterne, richieste del cliente, criticità interne.

Legal BIM

In questo modulo affronteremo tutto ciò che riguarda contratti e inquadramento normativo, dal codice dei contratti pubblici fino al diritto d’autore e proprietà intellettuale. Tutto quello che ogni coordinatore o gestore informativo (BIM Coordinator e BIM Manager) deve colmare dell’aspetto legale degli appalti pubblici e privati, e della collocazione del BIM all’interno di essi. 
Parleremo di inquadramento normativo generale e codice dei contratti pubblici, di Interlocutori dei soggetti privati negli appalti pubblici, di progettazione delle opere pubbliche, delle gare per i servizi di progettazione BIM, degli aspetti giuridici relativi alle professionalità BIM e Contratti BIM, del diritto d’autore e proprietà intellettuale e, infine, del CDE come strumento per l’ottemperanza del contratto BIM.

Experience di tesi

Per trasformare definitivamente le capacità in competenze.

Un esperienza avvolgente

Nei sei mesi di corso affronteremo la fase che permetterà di fissare per sempre nella mente le nozioni acquisite: dedicheremo quattro intere settimane alla creazione di un vero progetto BIM, basato su un Capitolato Informativo realizzato utilizzando le migliori soluzioni emerse dal contest tra team, dando vita a un’esperienza professionale estremamente costruttiva. La classe verrà divisa in gruppi di lavoro e verranno distribuiti i compiti; ci sarà chi si dedicherà all’architettonico, chi alla struttura e chi agli impianti, chi si occuperà della coordinazione e chi della documentazione.
Il lavoro verrà organizzato e guidato da un BIM Manager certificato, il cui ruolo è quello dell’assegnazione e della verifica dei task; ci sarà così la possibilità di provare sul campo come si lavora in un grosso studio di livello internazionale e, soprattutto, cosa voglia dire rapportarsi con un BIM Manager.
All’inizio di ogni settimana verrà fatto un briefing di avvio con ogni Team per l’assegnazione dei singoli compiti e, alla fine della stessa, ci sarà la verifica del loro raggiungimento, che influenzerà gli obiettivi della settimana successiva, che verranno rimodulati in tempo reale.
Raggiungendo gli obiettivi al termine del mese la classe avrà sviluppato un modello BIM coerente sia dal punto di vista del modello e dell’informazione digitale dell’edificio, sia della documentazione necessaria.
Ma non solo: gli studenti avranno fatto una reale esperienza di lavoro BIM, che potrà essere inserita nel curriculum alla voce “Esperienze lavorative” invece delle “Esperienze di studio”.

Lavoro in teamwork e suddivisione task

La tesi del MasterKeen viene sviluppata in regime di teamwork, basandosi sui principi del Liquid Team sviluppati da Volcano High. I compiti di BIM Coordinator e BIM Manager vengo destrutturati sull’intero gruppo.

Supervisone

L’intero processo di produzione del progetto è guidato e supervisionato dal BIM Manager e BIM Coordinator certificati UNI, facenti parte dello staff Volcano, in modo che ci sia l’occasione di imparare come si opera in contesti professionali.

Analisi materiale e Pgi

Viene analizzato tutto il materiale fornito dal cliente e si sviluppa il Piano di Gestione Informativa attenendosi al Capitolato prodotto durante la settimana di contest del MasterKeen.

Sviluppo degli standard

Il team sviluppa gli standard, i template e gli script, confacenti al Piano di gestione informativa prodotto, che verranno utilizzati per tutta la fase di produzione del modello.

Briefing e riunioni

Ogni fase e ogni milestone sono innescate da appositi briefing all’intera squadra di lavoro, per condividere decisioni e metodi di sviluppo.

CDE e Federazione modello

Il modello viene organizzato e federato in base agli Usi previsti, all’interno del CDE, creando le suddivisioni operative e disciplinari che consentono al team di lavorare contemporaneamente su tutto il progetto.

Modellazione basata sui BIM use in un CDE

Dopo aver impostato e organizzato il lavoro, viene avviata la fase più consistente, ovvero la modellazione BIM del progetto, utilizzando software e scripting per l’efficientamento del lavoro e l’ottimizzazione dei tempi di produzione.

Verifiche

Durante le fasi di produzione vengono effettuate sessioni di validazione, model & code checking secondo le regole prestabilite, clash detection, quantity takeoff e l’analisi dello stato avanzamento lavori tramite il CDE.

Documentazione

Creazione delle tavole, presentazioni, rendering e Relazione Informativa di consegna, comprendente tutta la documentazione di progetto, comprese le schede dei LOD.

Consegna

Infine il progetto viene organizzato per la consegna, in una vera e propria fase di wrap del modello BIM, che consente al cliente di ricevere il materiale in formati utilizzabili in base all’Uso che deve farne.

Gran finale

Nella vita i ricordi più belli sono delle cose che  finiscono

Se c’è una cosa che sappiamo fare bene oltre al nostro lavoro, è festeggiare dopo aver dato il 150% per portaro a termine. Il MasterKeen si conclude con una giornata di festa, nella quale verranno consegnati gli attestati e ripercorreremo i cinque mesi passati insieme; può essere un pranzo da dodici ore, un concerto in un palazzetto tutto per noi, una festa con birra unlimited. L’importante è festeggiare i traguardo raggiunti e aggiungere un ricordo indelebile ai mesi passati in Volcano a trasformare rookies del BIM in professionisti pronti al mondo del lavoro. Alle feste vengono invitati anche tutti gli ex studenti, è un occasione per incontrarsi tra generazioni di senpai.

A Lecco

In una città magica, incastonata tra lago e montagna.
In una sede che unisce BIM e Industria 4.0

La sede di Volcano High si trova nel centro direzionale Meridiana, in una torre tecnologica, un edificio moderno e dotato di ogni tecnologia che permette di rendere i corsi un’esperienza professionale.
Un edificio dove far convergere BIM e Industria 4.0.

In presenza, nella massima sicurezza

Il MasterKeen viene erogato in presenza, in completa ottemperanza con le disposizioni di legge per le scuole, in totale sicurezza sanitaria, con soluzioni molto più ampie rispetto agli istituti pubblici, con un protocollo di Smart Learning per eventuali lockdown o assenze degli studenti, anche nel caso di malattia. Perché non venga perso nemmeno un giorno di lezione.

Costi e iscrizioni

MasterKeen BIM

7 Febbraio 2022

62 posti

Durata

24 settimane full-immersion, 960 ore di didattica diretta, da Lunedì a Venerdì, dalle 9.30 alle 18.30.

Costo

€ 7800 (IVA esclusa)

Requisiti minimi

Conoscenza richiesta di Windows, PC e progettazione. Non è richiesta la laurea, solo aver frequentato un percorso di studi in linea con la progettazione edile.

Finanziamenti e bandi

Il MasterKeen è finanziabile con il Per Merito di Intesa Sanpaolo ed è riconosciuto dal bando Torno Subito della Regione Lazio.

Iscrizione.

L’iscrizione è facilissima. È sufficiente seguire tre facili passaggi. Abbiamo ridotto la burocrazia al minimo, non ci sarà nient’altro da fare che compilare un modulo con le tue informazioni per effettuare una pre-iscrizione non vincolante, poi quando avrai preso la decisione di ufficializzarla ci sarà da reinviare firmato per accettazione il contratto che hai ricevuto e versare la caparra. Tutto qui.

1. Pre-iscrizione

La pre-iscrizione al MasterrKeen BIM non è vincolante, né da parte degli studenti, né della scuola, né degli studenti. Serve a Volcano high per avere idea del numero indicativo di partecipanti potenziali.
Premendo “Iscriviti” e compilando il modulo con i propri dati, si riceverà un primo modulo pre-compilato che può essere utilizzato per confermare la propria partecipazione seguendo le iscrizioni in esso contenute. In questa fase la pre-iscrizione rimane solo una dimostrazione di interesse.

2. Conferma

Dopo aver effettuato la pre-iscrizione non vincolante, per trasformarla in Iscrizione ufficiale è necessario inviare a Volcano il contratto in PDF ricevuto durante la prima fase compilato firmato. Le istruzioni per l’invio sono scritte nel contratto stesso.
Contestualmente, per confermare la partecipazione è necessario versare la caparra del 40% sull’importo totale e inviare la ricevuta (contabile bonifico) insieme al contratto. Anche per questo aspetto le indicazioni sono tutte comprese nel contratto ricevuto.

3. Benvenuto a bordo

Al ricevimento del contratto e della caparra l’amministrazione di Volcano High ti confermerà defintiivamente il termine della procedura e bloccherà il tuo posto. Tutto qui, non ci saranno altri elementi di burocrazia.
Da questo momento entrerai ufficialmente a far parte degli studenti del MasterKeen, e non dovrai più pensare a niente fino alla partenza, se non a caricare le pile al massimo per affrontare i sei mesi di un’esperienza che, se seguita con entusiasmo, potrà cambiare davvero la direzione del tuo futuro professionale.
A tutto il resto ci pensiamo noi.

Sistemazioni

Disponiamo di un elenco di appartmenti e stanze in affitto, che condividiamo con gli studenti che ne fanno richiesta dopo aver concluso l’iscrizione.

Domande e supporto

Hai domande sul MasterKeen?

Consulta la sezione Q&A, potresti scoprire che molte hanno già una risposta.

Volcano High è una scuola di AM Labs S.r.l., Largo Caleotto 29, 23900 Lecco. P.IVA 03621220130 - CCIA Registro delle Imprese di Lecco 23501/2015.
Ente formativo accreditato Regione Lombardia n° 1222, ISO 9001:2015 certificazione SSG 17728 AQ 3145.
Copyright 2021 AM Labs S.r.l.. Tutti i diritti sono riservati, i contenuti di questo sito sono protetti da diritti d'autore. Ogni uso non autorizzato verrà perseguito a norma di legge.